sabato 14 marzo 2015

- 9 giorni e le mie paure


Mancano 9 giorni oggi al tanto atteso incontro amore mio. 
Non vedo l'ora di metterti la prima tutina rosa corredata da bavaglino rosa, accarezzare i tuoi capelli fini e baciare le tue guanciotte.

E' strano però sapere che mancano 9 giorni al parto. 

Con il mio primo figlio Mattia ho fatto un parto naturale, e' nato alla 41esima settimana, il 5 agosto, dopo 16 ore di travaglio. Era chiaro per noi che sarebbe nato in quei giorni perché in ospedale a Padova se superi le 41 settimane ti inducono il parto, e poi l'ostetrica che mi ha seguito, due giorni prima mi aveva fatto una manovra aggressiva per aiutare la sua discesa perché era ancora alto a suo dire.
Con Maya e' stato tutto diverso. E' nata con parto cesareo d'urgenza a sole 27 settimane e 5 giorni, dopo un mio ricovero di 3 giorni per controlli vari.

Ora invece si sa che il 23 marzo e' la data. Punto. Nasce quel giorno, senza alcun dubbio. 

Mi sembra di essere quasi quasi vicina alla data di uno dei tanti esami che ho dato all'università. 
Non vedevo l'ora arrivasse il giorno fatidico perché così potevo dare il meglio di me ed esporre al prof tutto il mio sapere. Ho sempre studiato tanto, non mi presentavo mai ad un esame senza sapere tutto, anche le virgole di quello che ci era stato insegnato. 
Ma chiaramente avevo anche paura, tanta paura.

PAURA DI TUTTO E DI NIENTE.

Adesso mi sento proprio così. 
E quindi ho pensato una cosa. Ho letto che se una persona butta fuori tutte le sue paure e i suoi timori, dopo sta meglio e si sente più libera.

IO FARÒ COSÌ ADESSO.

Ho paura che:
* la mia bimba non nasca del tutto sana
* abbia problemi alla nascita, tipo che non respiri, che non pianga
* abbia difficoltà causa il mio diabete gestazionale come un calo ipoglicemico.
* l'anestesia dorsale mi abbassi tanto la pressione e mi dia sensazione di svenire e quindi debbano mettermi l'ossigeno

Devo fare una precisazione sul penultimo punto, quello della crisi ipoglicemica.
A inizio settimana ho sentito mia cugina, che ha avuto da due mesi la sua seconda bimba, e mi ha detto che aveva anche lei il diabete gestazionale. Mi ha detto che non devo prendere paura quando nasce Alice perché non me la faranno vedere e la porteranno subito al nido per fare le prove della glicemia. 
Ho chiesto se la cosa era vera a 3 persone: alla prof. che mi segue al centro diabetologico, alla dottoressa che mi ha fissato il cesareo e che è sempre in sala parto e alla mia adorata dottoressa che mi segue in ospedale con le ecografie e il resto. 
La prima mi ha detto che alla mia piccola verrà misurata la glicemia e le verranno fatti tutti gli esami del sangue come a tutti i neonati, niente di diverso. Che se le verrà il diabete di certo non le viene da piccola ma da grande o da anziana se sarà obesa. 
La seconda mi ha detto che a Padova fanno sempre vedere subito i bimbi alle mamme dopo il cesareo, se dovesse avere la glicemia alta le danno un cucchiaino di zucchero prima di portarmela e nulla di più.
La terza mi ha detto che in pediatria sanno come fare e casomai le danno un cucchiaino di zucchero al bisogno!

E allora mi chiedo: perché le persone fanno terrorismo?!?!?

Comunque le mie paure ce le avevo prima e ce le ho ora, spero passino..

Buon sabato!!!


8 commenti:

  1. Ti ripeto!!! sta calme e abbi fede tutto finirà bene, un abbraccio forte forte.
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Cara Francesca, forza! La data è lì ad un passo...tutti i pensieri si affollano nella mente, lo so, ma tu devi essere positiva al massimo e vedrai che della tua serenità ne gioverà anche la piccola Alice :-)
    Non ascoltare più nulla, pensa solo ad aspettare questi pochi giorni...poi abraccerai la tua bimba!
    Un bacio grande.

    RispondiElimina
  3. pian passeranno, io ne avevo più delle tue al mio terzo figlio, tutte quelle che non avevo avuto alle precedenti,,,andrà tutto bene...sogni d'oro!
    simona

    RispondiElimina
  4. Andrà tutto bene, forza! Le paure dell'ultimo momento sono quelle più intense ma concentrati sulla tua meraviglia che fra un pò stringerai a te! Ti penso

    RispondiElimina
  5. I timori ci sono sempre. ..le persone parlano parlano parlano e tu fingi di ascoltare e pensa alla tua piccola e basta buona domenica!

    RispondiElimina
  6. accidenti hai paura ? eppure dovresti esserci abituata :D
    complimenti e congratulazioni!!

    RispondiElimina
  7. Non ascoltare nessuno e fidati ciecamente delle persone di cui sei nelle mani, vedrai andrà tutto bene......è vero, tanta gente ci vuole bene e magari lo fa anche in buona fede, però talvolta prima di parlare si dovrebbe contare fino a 100....cercare di stare sereni è ciò che serve in questo momento.

    Passerai anche questo esame con 110 e lode, un abbraccio grande,
    Laura

    RispondiElimina
  8. Non ascoltare più nessunoooooooooooooooooooooooooo

    RispondiElimina

Vediamo cosa mi scrivi..